La carne di bufalo sta prendendo largamente piede e gli allevamenti stanno via via nascendo in tutta Italia. Fino a qualche tempo fa, il bufalo, era allevato prettamente per il suo latte, da cui deriva la famosa mozzarella di bufala (deliziosa anch’essa).

Le stalle erano situate soprattutto in regioni del sud e spesso le interessanti caratteristiche della carne dell’animale venivano trascurate.

Ma quali sono le sue caratteristiche?

La carne di bufalo è una carne rossa, coperta solo superficialmente del grasso. Questo fattore rende facile separare le parti magre, che non accusano infiltrazioni grasse al loro interno. Proprio grazie a ciò è una carne altamente digeribile, adatta a diete e patologie che richiedono un’alimentazione sana. A crudo si presenta rosso vivo, soda e tenera.

I metodi di cottura sono davvero tanti e variano anche a seconda dello spessore del taglio.

La ricetta:

Costata di bufalo alla griglia

Un modo semplice per potere assaporare tutto il gusto del bufalo è presentarlo sotto forma di costata alla griglia. Basterà condirla con olio extravergine di oliva, timo, scalogno, sale e pepe e cuocerla con cura.

Iniziate la cottura sulla griglia e terminatela in forno, per un totale di 30 minuti.

Consiglio: Lasciate riposare la costata per circa tre minuti prima di servire.

Abbinatela a un classico e sempre gradito Chianti Toscano! Il vino rosso esalterà il sapore delle carni.

Volete provare altre ricette? Seguite il sito di Azienda Agricola Il Girasole, una delle aziende emiliane che si dedica anche all’allevamento di bufali, nel pieno rispetto delle esigenze dell’animale. Troverete un ricettario pronto all’uso con idee e suggerimenti.