Gli asparagi sono ortaggi primaverili, originari dell’Asia, ma diffusi in tutto il mondo e abbondantemente coltivati in Italia. Appaiono sulle nostre tavole da marzo a giugno e possono essere impiegati per preparare le ricette più disparate. Il loro basso contenuto calorico (100 grammi: circa 40 calorie) li rende eccezionali per integrare diete finalizzate al dimagrimento.

Le proprietà dell’ortaggio, però, non si fermano soltanto all’apporto calorico. Gli asparagi, infatti, grazie alla presenza di azoto, potassio e asparagina, aiutano a eliminare le scorie presenti nell’organismo. Proprio per questo, dopo l’assunzione, l’odore dell’urina risulta più forte. Sono, inoltre, indicati in gravidanza, in quanto contengono acido folico.

Consumo e qualità

Per consumare l’asparago, mantenendo intatte le sue peculiarità, è necessario lessarlo con acqua precedentemente salata o cuocerlo a vapore per 15/20 minuti, a seconda dello spessore. In commercio esiste una pentola dedicata esclusivamente alla cottura dell’asparago (l’asparagiera).

Le qualità presenti in natura sono oltre 200, le più note si dividono in tre categorie:

  • Asparagi bianchi: Coltivati senza l’apporto della luce naturale, godono di un sapore delicato e poco invasivo.
  • Asparagi violetti: Non sono altro che asparagi bianchi che hanno preso un po’ di sole! Il loro gusto è più rustico e intenso.
  • Asparagi verdi: crescono all’aria aperta e il sapore è forte e leggermente dolciastro.

Continuate a seguirci, presto scoprirete tante ricette a tema asparago!